Salute Riproduttiva & Aids


Logo-SCORA-300x75

L’area SCORA (Standing Committee On Reproductive Health and AIDS) è nata come risposta alla rapida diffusione dell’infezione da HIV negli anni ’80, ma ha gradualmente esteso le sue attività a tutte le malattie sessualmente trasmissibili (MST) e alla loro prevenzione, alla salute materno-infantile, alla salute fisica, psicologica e sociale della donna, alle pari opportunità, all’identità sessuale e ad altre tematiche ostetrico-ginecologiche e urologiche.

Questa area tematica si divide in due occupazioni principali: le giornate tematiche e la Peer Education. Durante le giornate tematiche organizziamo banchetti informativi, conferenze, flashmob ed attività varie in luoghi pubblici per informare la popolazione sulle tematiche che ci stanno a cuore: principalmente la trasmissione delle malattie sessualmente trasmissibili, la lotta che perpetuiamo contro l’omofobia e la violenza sulle donne.

Le giornate tematiche

International Women’s Day (8 marzo)

La “Giornata Internazionale della Donna” (8 marzo) ha come fondamento l’emancipazione della donna e la promozione dei suoi diritti. È festa nazionale in molti paesi, ed è sponsorizzata dall’ONU dal 1975 con il nome di “Giornata dell’ONU per i Diritti della Donna e la Pace Internazionale”. Le sedi locali del SISM organizzano conferenze, spettacoli, dibattiti, banchetti informativi e corsi per celebrare questa giornata. I temi trattati variano di anno in anno, ma centrale è la salute fisica, mentale e sociale della donna. Alcuni esempi delle attività svolte in passato sono conferenze riguradanti la difesa dei diritti delle donne; il suo ruolo sociale, lavorativo e all’interno della famiglia; le donne vittime di violenza; le pari opportunità; le mutilazioni genitali femminili; la prevenzione e diagnosi precoce dei tumori della mammella e della cervice uterina.

International Day Against Homophobia (17 maggio)

La Giornata internazionale contro l’omofobia e la transfobia (o IDAHO, acronimo di International Day Against Homophobia and Transphobia) è una ricorrenza promossa dall’Unione europea che si celebra dal 2007 il 17 maggio di ogni anno. L’obiettivo della giornata è quello di promuovere e coordinare eventi internazionali di sensibilizzazione e prevenzione per contrastare il fenomeno dell’omofobia e della transfobia. Ideata da Louis-Georges Tin, curatore del Dictionnaire de l’homophobie (Presses Universitaires de France, 2003), la prima Giornata internazionale contro l’omofobia ha avuto luogo il 17 maggio 2005, a 15 anni esatti dalla rimozione dell’omosessualità dalla lista delle malattie mentali nella classificazione internazionale delle malattie pubblicata dall’Organizzazione mondiale della sanità.
Nel 2007, in seguito ad alcune dichiarazioni di autorità polacche contro la comunità LGBT, l’Unione europea ha istituito ufficialmente la giornata contro l’omofobia sul suo territorio.

A Catania, nel 2012, il SISM ha organizzato un flashmob per sensibilizzare la cittadinanza.

Giornata internazionale contro la violenza sulle donne (25 novembre)

Tramite la risoluzione numero 54/134 del 17 dicembre 1999, l’Assemblea Generale delle Nazioni Unite ha designato il 25 novembre come la Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne e ha invitato i governi, le organizzazioni internazionali e le ONG ad organizzare attività volte a sensibilizzare l’opinione pubblica in quel giorno.

L’Assemblea Generale dell’ONU ha ufficializzato una data che fu scelta da un gruppo di donne attiviste, riunitesi nell’Incontro Femminista Latinoamericano e dei Caraibi, tenutosi a Bogotà (Colombia) nel 1981. Questa data fu scelta in ricordo del brutale assassinio del 1960 delle tre sorelle Mirabal, considerate esempio di donne rivoluzionarie per l’impegno con cui tentarono di contrastare il regime di Rafael Leónidas Trujillo (1930-1961), il dittatore che tenne la Repubblica Dominicana nell’arretratezza e nel caos per oltre 30 anni.
In Italia solo dal 2005 alcuni Centri antiviolenza e Case delle donne hanno iniziato a celebrare questa giornata. Ma negli ultimi anni anche istituzioni e vari enti come Amnesty International festeggiano questa giornata attraverso iniziative politiche e culturali. Nel 2007, 100.000 donne (40 000 secondo la questura) hanno manifestato a Roma “Contro la violenza sulle donne”, senza alcun patrocinio politico. È stata la prima manifestazione su questo argomento che ha ricevuto una forte attenzione mediatica, anche per le contestazioni che si sono verificate a danno di alcuni ministri e di due deputate.
A Catania, il SISM, in collaborazione con l’Ostello Agorà e il Centro antiviolenza Thamaia, ha organizzato una serata tematica per riflettere insieme sul tema della violenza sulle donne.

World AIDS Day (1° dicembre)

Tutti gli anni, per la Giornata Mondiale della lotta contro l’AIDS (1° dicembre) vengono organizzati diversi eventi, quali conferenze, spettacoli, corsi, banchetti informativi e raccolte fondi volti a ridurre lo stigma legato alla sieropositività, a sensibilizzare, informare e fare prevenzione presso la popolazione, a sostenere altre associazioni che lavorano sul campo.

Nel 2012 il SISM di Catania ha tenuto un banchetto informativo presso piazza Duomo, dove ha distribuito preservativi gratis e sottoposto i partecipanti a dei quiz  e giochi, con lo scopo di dare il maggior numero di informazioni possibili sull’ HIV. Inoltre, con la collaborazione dell’area SCORP, è stato organizzato un Flashmob.

Per qualsiasi informazione, contattare:

  • Giulia Griggio (lora@catania.sism.org)